Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Figure di sistema - Strumentali al PTOF

FUNZIONI e Compiti REFERENTE SCUOLA

Anno scolastico 2018 - 2019

 

 

1.GESTIONE DEL POF / MONITORAGGIO /

AUTOVALUTAZIONE

Compiti: elaborare, monitorare e verificare il piano dell’offerta formativa.

 

1.Compiti attribuiti:

  • Stesura e aggiornamento del documento del Piano dell'offerta formativa dell'istituto e del pieghevole riassuntivo, mini POF da consegnare ai genitori all'atto dell'iscrizione e del PTOF
  • Predispone ed elabora i questionari per la valutazione di sistema rivolti a genitori, alunni, personale della scuola (docente e non docente);
  • Formula proposte di miglioramento dei processi;
  • Interviene sulle non-conformità con proposte di azioni correttive.
  • Raccoglie le relazioni di verifica dei progetti realizzati nell'ambito del POF e PTOF e  del materiali di supporto all’attività dei docenti;
  • Cura la raccolta di esperienze e materiale didattico per la costruzione di un archivio delle migliori pratiche didattiche;
  • Cerca strumenti e modalità per far emergere le competenze dei docenti;
  • Si collega con le altre scuole e predisporre le condizioni per la collaborazione (scuole in rete);
  • Partecipa alle riunioni di team programmate dal DS;
  • Organizza incontri tra i diversi soggetti coinvolti nella valutazione e autovalutazione;
  • Cura la pubblicazione sul sito web della scuola di esperienze e lavori svolti;
  • Compila il modello on-line del Sistema Requs.
  • Diffonde i risultati ottenuti.
  • Monitoraggio e aggiornamento del Piano di miglioramento;
  • Analisi dell'efficacia delle funzioni previste dal PDM;
  • Coordinamento RAV;
  • Coordinamento attività del NIV;
  • Referente INVALSI per la scuola primaria;
  • Formulazione di proposte di miglioramento dei processi;
  • Rielaborazione e restituzione dei risultati delle prove INVALSI;
  • Predisposizione in itinere delle proposte di variazione e di integrazione al PTOF
  • Raccoglie le proposte delle varie componenti o dei singoli docenti per l'elaborazione,la verifica e la revisione dei Piani;
  • Controlla, in collaborazione con la Dirigenza, le innovazioni legislative che implicano variazioni dell'Offerta Formativa.

Valentina Papadia

Carmela Morandi

 

2. ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

 

A) È responsabile del progetto per l’integrazione scolastica d’Istituto:

  • Realizzare la piena integrazione degli alunni diversamente abili nella loro classe e nella scuola e favorirne l'apprendimento, lo sviluppo globale della personalità e l'autonomia, coinvolgendo l'intero gruppo GLI con le seguenti azioni:
  • accoglienza e tutoraggio dei nuovi docenti dell'area di sostegno;
  • supporto a colleghi e consulenza ai docenti per gli alunni in difficoltà e per l'individuazione di percorsi personalizzati adatti a ciascun alunno;
  • condivisione delle problematiche e delle possibili soluzioni per favorire il successo scolastico degli alunni coinvolti con i colleghi curricolari e con i genitori;
  • scelta mirata delle assegnazioni dei casi e dell'orario di servizio dei colleghi;

B) Conoscere la situazione globale dell’Istituto relativamente agli alunni con bisogni    educativi speciali:

  • Censimento e monitoraggio degli alunni con DSA, DVA E NAI, presenti nella scuola;
  • Accompagnamento delle famiglie all’iter di certificazione;
  • Recepimento delle linee guida relative alla legge 170 e 104 e diffusione dei contenuti a tutti i colleghi coinvolti: condivisione di materiale, dispense, aggiornamento continuo;
  • Aggiornamento del modello di Piano Didattico Personalizzato e Piano Educativo Individualizzato Standard, secondo le nuove indicazioni delle Linee Guida.

C) Favorisce la comunicazione e relazione interna ed esterna, con particolare riferimento a:

  • Rapporto Scuola-Famiglia-ASL;
  • Rapporto tra le Scuole dell’Istituto;
  • Rapporto referenti pari opportunità dei plessi;
  • Rapporto con i referenti commissione rapporti con il territorio;
  • Rapporto con i referenti della commissione INVALSI.

D) Assumere la funzione di “supporto” per gli insegnanti a tempo determinato e indeterminato.

E) Promuove incontri di coordinamento e di supporto reciproco per gli insegnanti di Sostegno.

  • Organizzare con il DS l’orario di sostegno da sottoporre al GLI;
  • Fornire chiarimenti e materiale alle docenti di sostegno;
  • Organizzare il lavoro delle docenti di sostegno;

F) Promuove l’individuazione delle priorità in ordine alla formazione e agli acquisti:

  • Ricercare, promuovere e partecipare a corsi di formazione e aggiornamento sul tema della diversità e sulla conoscenza delle disabilità;
  • Predisporre materiale utile alla rilevazione delle problematiche, alla procedura e alla relazione di segnalazione (questionari, libri, griglie, modulistica e bibliografie varie) e materiale per la didattica (cancelleria, materiale informatico, schede didattiche e libri).

G) Ricerca e promuove  progetti per l’integrazione.

  • Contribuire all’attuazione del progetto del C.T.I. (Centro territoriale per l’Inclusione) a favore degli alunni con bisogni educativi speciali e diversamente abili.
  • Partecipare agli incontri di rete (C.T.I.).
  • Organizzare e informare tutti i referenti di plesso e gli insegnanti di sostegno sulle iniziative del C.T.I.

H) Collabora con la Dirigente scolastica

  • per la tempestiva informazione sulle problematiche emergenti e per l’aggiornamento della  parte del POF inerente la funzione strumentale BES.
  • Coordinare la stesura del POF integrandola, per ciò che compete, di volta in volta sulla base delle delibere degli Organi Collegiali e dei documenti prodotti;
  • Coordinare la valutazione dei progetti da inserire nel POF;
  • Curare la pubblicazione sul sito web della scuola di esperienze e lavori svolti;

G: Annamaria Bendinelli

MSCB: Claudia Macauda

F: Cristina Malaguti

S.G: Carolina Freschi

 

3.EDUCAZIONE FISICA E ATTIVITÀ SPORTIVE E MOTORIE

Compiti:coordinare le varie attività progettuali.

   

4.COMUNICAZIONE E LINGUE STRANIERE

Compiti: favorire l’apprendimento della lingua inglese e della seconda lingua comunitaria.

   

5.CONTINUITÀ-ORIENTAMENTO

Compiti: accompagnare il passaggio fra i diversi ordini di scuola, avviare  la costituzione  di un curricolo continuo e progettare percorsi di orientamento.

   

6 .B.E.S.: INTERCULTURA / DISAGIO DISABILITA’ / D.S.A

B.E.S.Compiti: monitorare la situazione relativa alla presenza di alunni stranieri, organizzare attività volte all’accoglienza, all’integrazione, all’inclusione ed allo scambio interculturale.

Disabilità/DSA compiti: favorire il processo di integrazione dei soggetti con disabilità e con difficoltà specifiche di apprendimento; coordinare i rapporti con altri enti.

  

Annamaria Bendinelli

Carolina Freschi

Claudia Macauda

Cristina Malaguti

 

 

7.RAPPORTI CON IL TERRITORIO

Compiti: coordinare le proposte provenienti da tutte le agenzie “intenzionalmente” educative presenti sul territorio, al fine di una progettualità integrata; documentare le attività didattiche per consentire processi riflessivi di miglioramento.

   

8.SICUREZZA

Compiti: giungere ad una corresponsabilità dei diversi soggetti in relazione al tema della sicurezza a scuola.

   
DIPARTIMENTO LINGUISTICO    
DIPARTIMENTO MATEMATICO SCIENTIFICO    
DIPARTIMENTO AREA STORICO-GEOGRAFICA-CITTADINANZA&COSTITUZIONE    
AllegatoDimensione
PDF icon funzioni-strumentali.pdf28.46 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.53 del 08/12/2016 agg.26/01/2017